Home » Normativa e approfondimenti » Al via il pagamento del contributo unificato tributario telematico (CUT)

Al via il pagamento del contributo unificato tributario telematico (CUT)

Dal 15 marzo 2017, presso le Commissioni Tributarie della Toscana, è possibile effettuare il pagamento del contributo unificato tributario, in via telematica,  tramite “Pago PA”.

È quanto stabilisce il decreto 10 marzo 2017 del ministero dell’Economia e delle Finanze, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n. 60 del 13 marzo.

Dov’è operativo la modalità “pagoPA”

La nuova modalità di pagamento è operativa:

  • dal 15 marzo 2017 presso le Commissioni Tributarie presenti nella regione Toscana;
  • dal 15 aprile 2017 presso le Commissioni Tributarie presenti nella regione Lazio;
  • con un successivo decreto, verrà estesa a tutto il territorio nazionale.

Com’è possibile pagare con “pagoPA”?

L’utilizzo di “pagoPA” PagoPA - Sistema di pagamento elettronico alle pubbliche amministrazioni  è raggiungibile dall’area riservata del PTT (processo tributario telematico) e consente il pagamento in modalità elettronica verso la Pubblica Amministrazione.

Che cos’è “pagoPA”

PagoPA è un ecosistema di regole, standard e strumenti definiti dall’Agenzia per l’Italia Digitale e accettati dalla Pubblica Amministrazione, dalle Banche, Poste ed altri istituti di pagamento (Prestatori di servizi di pagamento – PSP) aderenti all’iniziativa.

pagoPA garantisce a privati e aziende:

  • sicurezza e affidabilità nei pagamenti;
  • semplicità e flessibilità nella scelta delle modalità di pagamento;
  • trasparenza nei costi di commissione.

pagoPA garantisce alle pubbliche amministrazioni:

  • certezza e automazione nella riscossione degli incassi;
  • riduzione dei costi e standardizzazione dei processi interni;
  • semplificazione e digitalizzazione dei servizi.

pagoPA è stato realizzato da AgID in attuazione dell’art. 5 del Codice dell’Amministrazione Digitale e dal D.L. 179/2012.

Linee guida

AgID ha predisposto le Linee guida che definiscono regole e modalità di effettuazione dei pagamenti elettronici e ha realizzato inoltre l’infrastruttura tecnologica Nodo dei Pagamenti-SPC, che assicura l’interoperabilità fra gli attori coinvolti nel sistema.

AgID ha previsto un sistema di monitoraggio per verificare l’andamento della diffusione del progetto pagoPA; tale sistema prevede la pubblicazione trimestrale di rapporti che contengono dati sulle adesioni, sugli enti attivi e sulle operazioni di pagamento effettuate. I rapporti sull’adesione al “Sistema dei pagamenti elettronici – pagoPA” sono scaricabili nella sezione “Presentazioni”.

Fonte: Decreto del  Ministero dell’Economia e delle Finanze del 10/03/2017, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 60 del 13/03/2017.

(159)

Notizie su giuseppe

Dottore Commercialista, Revisore Contabile, Consulente Tecnico del Tribunale di Paola (Cs). Iscritto all’Ordine dei Commercialisti di Paola dal 2002.

TI potrebbe interessare:

La Guardia di Finanza introduce l’autotutela anche per i verbali di verifica e di constatazione

La circolare Gdf 1/2018, in vigore dal 1 gennaio 2018, affronta con significative innovazioni il ...

Reclamo/mediazione dal 1 gennaio la soglia sale a 50 mila euro

Per gli atti notificati (rectius ricevuti dal contribuente) a partire dal 1° gennaio 2018 la ...

Compensazione dei debiti d’imposta in accollo: per l’Agenzia Entrate, da oggi è sanzionabile

L’Agenzia delle Entrate ha emanato la risoluzione n.140/E del 15 novembre 2017 nella quale indica gli ...

Lascia un commento