Home Tributario Anche il diniego di autotutela deve essere regolarmente sottoscritto dal funzionario

Anche il diniego di autotutela deve essere regolarmente sottoscritto dal funzionario

1156
0
Anche-il-diniego-di-autotutela-deve-essere-regolarmente-sottoscritto-dal-funzionario-iltuotributarista

Il diniego espresso di autotutela emanato dall’Amministrazione finanziaria deve essere sottoscritto dal funzionario dell’ufficio per acquisire validità ed efficacia.

Lo ha precisato la Ctp di Treviso con la sentenza n. 59/1/2018 depositata il 15/01/2018.

Motivazioni

L’atto impugnato ha natura di diniego di autotutela e come tale può essere legittimamente impugnato dal contribuente per vizi propri anche se si riferisce all’annullamento di un atto impositivo divenuto definitivo.

Il fatto

Un contribuente presentava ricorso avverso un diniego di autotutela, eccependone la mancata sottoscrizione e l’omessa motivazione, nonché la violazione dell’art. 8 del D.L. 16/2012. In affetti l’atto impugnato risultava non essere stato sottoscritto da nessun funzionario (oltre ad essere privo di data), pertanto, secondo i giudici Trevisani, giuridicamente inesistente o illegittimo per carenza di sottoscrizione.

Tra le motivazioni i giudici hanno precisato che “La mancanza della sottoscrizione evidenzia la carenza della volontà certificativa del soggetto che ha emanato l’atto, che costituisce un elemento essenziale dell’atto e del provvedimento amministrativo“.

Conclusione

In conclusione il ricorso viene accolto con annullamento dell’atto impugnato.

Print Friendly, PDF & Email

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.