Home Tributario Appello via pec anche se il ricorso è stato introdotto in modalità...

Appello via pec anche se il ricorso è stato introdotto in modalità cartacea – Prescrizione quinquennale per Irpef e ICI

808
0
Appello-via-pec-anche-se-il-ricorso-è-stato-introdotto-in-modalità-cartacea---Prescrizione-quinquennale-per-Irpef-e-ICI-iltuotributarista

La notifica dell’atto di appello tramite posta elettronica certificata (Pec) è valida anche se il precedente grado di giudizio era iniziato in modalità cartacea.

Tale considerazione deriva non solo dal fatto che la costituzione in giudizio della controparte abbia sanato l’eccepito vizio per il raggiungimento dello scopo, ma principalmente perché il legislatore, con la norma interpretativa contenuta nell’articolo 16 del Dl 119/2018, ha chiarito che le parti hanno la piena libertà di utilizzare procedure informatiche per le notifiche e i depositi degli atti a prescindere dalla modalità scelta dalla controparte.

Lo ha precisato la Ctr Lazio, sentenza 678/16/2019

Prescrizione quinquennale dalla notifica della cartella per Irpef e ICI

In base alla documentazione offerta dall’Amministrazione, sulla avvenuta corretta notificazione delle cartelle di pagamento, i relativi crediti devono comunque considerarsi prescritti, atteso il decorso del termine di prescrizione quinquennale per Irpef e Ici, dalla data di notifica delle cartelle.

La cartella esattoriale costituisce semplice atto amministrativo di autoformazione, privo pertanto dell’attitudine ad acquistare efficacia di giudicato e la cui mancata impugnazione produce unicamente la definitività del credito, circostanza però che non determina anche l’effetto della c.d. conversione del termine di prescrizione breve in quello ordinario decennale, trasformazione che si perfeziona invece con l’intervento del “titolo giudiziale divenuto definitivo”, quale la sentenza o il decreto ingiuntivo.

Print Friendly, PDF & Email

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.