Home » Tributario » Se la costituzione del ricorrente è cartacea l’ufficio non potrà costituirsi telematicamente
Se-la-costituzione-del-ricorrente-è-cartacea-l'ufficio-non-potrà-costituirsi-telematicamente-iltuotributarista

Se la costituzione del ricorrente è cartacea l’ufficio non potrà costituirsi telematicamente

La scelta di chi introduce il giudizio vincola anche le controparti. Per cui se la modalità di costituzione del ricorrente è cartacea l’ufficio non potrà costituirsi telematicamente.

Le motivazioni sono spiegate nella sentenza della Ctp_di Rieti n. 9/2/2018 depositata il 07 Marzo 2018.

Secondo la Ctp, tale interpretazione risiede nella necessità di tutelare il ricorrente il quale, non avendo accesso al fascicolo telematico ove abbia depositato l’atto introduttivo cartaceo, non sarebbe nella condizione di poter avere cognizione degli atti prodotti dall’ufficio e dunque sarebbe privato del diritto di controdedurre a fronte delle contestazioni dell’amministrazione, con violazione del diritto di difesa e del contraddittorio.

La costituzione in giudizio e il deposito degli atti e documenti della parte resistente avviene con le modalità indicate agli art. 9, comma l° e 5°; il combinato disposto dei due articoli fa sì che solo nel caso di notificazione del ricorso introduttivo a mezzo PEC, la costituzione in giudizio del ricorrente debba avvenire in maniera telematica, mentre nel caso in cui ciò non avvenga la costituzione in giudizio del ricorrente avviene con modalità cartacea, senza utilizzare il sistema S.I.Gi.T.; quindi se il ricorso è introdotto tramite PEC la costituzione in giudizio del ricorrente e della parte resistente deve avvenire in modo telematico, cioè tramite il sistema S.I.Gi.T. mentre nel caso in cui il ricorso sia stato introdotto con modalità cartacea, cioè con deposito presso la controparte od invio tramite posta, anche la costituzione in giudizio del ricorrente e della parte resistente debba avvenire in modo “cartaceo” (CTP Reggio Emilia n. 245 del 12 ottobre 2017 e CTR Toscana n. 1783/2017).

Da ciò ne discende che, nel caso de quo, la costituzione dell’ Agenzia avvenuta in modo telematico, a fronte della introduzione del giudizio in via cartacea, non può essere accolta, per cui la stessa va stralciata.

(218)

Notizie su giuseppe

Dottore Commercialista, Revisore Contabile, Consulente Tecnico del Tribunale di Paola (Cs). Iscritto all’Ordine dei Commercialisti di Paola dal 2002.

TI potrebbe interessare:

Legittima-la-notifica-consegnata-a-terzi-iltuotributarista

Legittima la notifica consegnata a terzi

La mancata elisione, nel modulo utilizzato dal messo, di alcuna delle ipotesi riportate nella sequenza ...

Accollo-delle-rate-di-mutuo-da-parte-delle-società-affidatarie-del-servizio-idrico-integrato-è-soggetto-ad-IVA-iltuotributarista

L’accollo delle rate di mutuo da parte delle società affidatarie del servizio idrico integrato è soggetto ad IVA

L’attività posta in essere dal Comune, che consiste nel mettere a disposizione del gestore del ...

Niente-presunzioni-per-il-socio-estraneo-alla-gestione-iltuotributarista

Niente presunzioni per il socio estraneo alla gestione

Nessuna presunzione di distribuzione di utili in capo al socio che non ha partecipato alla ...

Lascia un commento