Home Tributario Dal 2016 introdotta la lite temeraria anche nel processo tributario

Dal 2016 introdotta la lite temeraria anche nel processo tributario

582
0
Dal 2016 introdotta la lite temeraria anche nel processo tributario - iltuotributarista.it

La riforma del contenzioso inserisce tra i poteri-doveri del giudice di merito anche quello di stabilire se nella causa che sta decidendo vi sia la “lite temeraria”, secondo quando previsto dall’articolo 9 del Dlgs 156/2015, che entra in vigore nel 2016.

Il difensore abilitato (avvocato o commercialista), prima di predisporre un ricorso o un appello, dovrà valutare se possa configurarsi una lite temeraria, che spesso si identifica nella totale infondatezza della domanda, nel comportamento tenuto nel processo tributario dalle parti processuali e nella condotta extraprocessuale.

In altri termini, si parla di temerarietà quando una delle parti – contribuente o ente impositore – abbia agito o resistito in giudizio coltivando l’inconsistenza della domanda o della tesi difensiva. In questi casi il giudice tributario applicherà a pieno titolo l’articolo 96, commi 1 e 3, del Codice di procedura civile, e quindi potrà condannare la parte soccombente al pagamento di una somma equitativamente determinata, in aggiunta alle spese di giudizio.
La condanna potrà intervenire d’ufficio, a discrezione del giudice, senza che sia richiesta dall’altra parte. Il quantum che il giudice andrà a determinare sarà basato sull’esperienza che lo stesso avrà in materia, tenendo conto dell’importanza della pratica, dell’ammontare delle imposte e di qualsiasi altro elemento utile.

Pertanto, la parte soccombente, dovrà accollarsi le spese della causa, che sono date dalle spese di lite, calcolate in base al Dm 55/2014, contando il contributo unificato, gli onorari e i diritti del difensore, le spese generali, gli esborsi sostenuti, il contributo previdenziale e l’Iva, se dovuta.

Occorrerà pertanto valutare con estrema oculatezza se proporre un ricorso o impugnare una decisione di merito in appello, ma ci si aspetta che la stessa attenzione vi sia anche da parte dell’ente impositore e soprattutto che i giudici utilizzino uno stesso metro di misura, visto che ad oggi quando è soccombente l’erario, la maggior parte delle volte, le spese vengono compensate.

Si parla di “lite temeraria” nell’odierno articolo de ilsole24ore (30 novembre 2015) in norme e tributi.

elabora - associazioni - elaboraonline.it

Print Friendly, PDF & Email

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.