Home Tributario Difetta di motivazione il ruolo che non specifica il tasso d’interesse

Difetta di motivazione il ruolo che non specifica il tasso d’interesse

837
0
Difetta-di-motivazione-il-ruolo-che-non-specifica-il-tasso-d’interesse-iltuotributarista

La cartella esattoriale, ove non preceduta da un avviso di accertamento, deve essere motivata in modo congruo, sufficiente ed intellegibile

Caso di specie

Nel caso di specie la cartella (allegata al ricorso dal ricorrente), reca la sola indicazione dei provvedimenti di sospensione adottati, dei quali uno non era stato neppure comunicato alla contribuente, e dell’ammontare degli interessi, senza specificazione del tasso applicato e delle somme sui quali essi erano stati calcolati, suddivise tra imposte dirette, imposte indirette, addizionali regionali ed Irap.

La genericità di tali indicazioni non consente alla società di verificare la fondatezza, sia nell’an che nel quantum, della pretesa impositiva dedotta nella cartella e dunque di esercitare pienamente, rispetto ad essa, il proprio diritto di difesa.

Trattandosi di vizio originario dell’atto, di per se stesso idoneo a determinarne l’invalidità, a nulla rileva che l’Ufficio abbia esplicitato in sede di controdeduzioni quali fossero i tributi cui erano riferiti i provvedimenti di sospensione.

Cassazione Civile Ord. Sez. 5 Num. 31270 Anno 2018

Presidente: CRISTIANO MAGDA

Relatore: ZOSO LIANA MARIA TERESA

Data pubblicazione: 04/12/2018

Print Friendly, PDF & Email

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.