Home Tributario Il saldo negativo di cassa è indizio di evasione fiscale

Il saldo negativo di cassa è indizio di evasione fiscale

278
0
Il-saldo-negativo-di-cassa-è-indizio-di-evasione-fiscale-iltuotributarista

E’ principio oramai consolidato quello per cui, in tema di accertamento induttivo del reddito d’impresa, la sussistenza di un saldo negativo di cassa, oltre a costituire un’anomalia contabile, fa presumere l’esistenza di ricavi non contabilizzati, in misura almeno pari al disavanzo.

La chiusura «in rosso» di un conto di cassa significa, senza possibilità di dubbio, che le voci di spesa sono di entità superiore a quella degli introiti registrati, per cui non si può fare a meno di ravvisare, senza alcuna forzatura logica, l’esistenza di altri ricavi.

Lo ha precisato la

Cassazione Civile Ord. Sez. 5 Num. 28715 Anno 2018
Presidente: BRUSCHETTA ERNESTINO LUIGI
Relatore: CATALLOZZI PAOLO
Data pubblicazione: 09/11/2018

accogliendo il ricorso dell’Agenzia delle Entrate avverso la sentenza della Commissione tributaria regionale dell’Abruzzo, evidenziandone il vizio logico nella parte in cui, la commissione, pur dando atto dell’anomalia contabile, sintomatica di false indicazioni presenti nelle scritture contabili, prolungata nel tempo, nonchè di altra irregolarità rappresentata dalla mancata contabilizzazione degli anticipi degli amministratori, ne esclude la rilevanza ai fini del giudizio in ordine all’attendibilità delle scritture contabili, senza indicare gli elementi idonei a giustificare tali anomalie o, comunque, a renderle prive dei caratteri di gravità e reiterazione richiesti dal D.P.R. n. 633 del 1972, art. 39, comma 2.

Print Friendly, PDF & Email

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.