Home » Tributario » Illegittimo l’atto impositivo scarsamente motivato
Illegittimo-l’atto-impositivo-scarsamente-motivato-iltuotributarista

Illegittimo l’atto impositivo scarsamente motivato

E’ illegittimo l’atto impositivo motivato dall’Amministrazione unicamente sulla base di rilevate discordanze tra i dati desunti dalla documentazione contabile e fiscale, acquisita in sede di verifica, e quelli esposti nella comunicazione IVA annuale.

Così si sono espressi i giudici della CTR per la Calabria con la sentenza n. 2543/2 del 19/08/2017.

Motivazioni

Sulla base di tale assunto la CTR calabrese ha ritenuto meritevole di accoglimento l’appello proposto dal contribuente contro la sentenza, favorevole all’Ufficio, della CTP di Cosenza. Nel caso di specie i giudici calabresi hanno rilevato come l’Ufficio non abbia svolto i necessari approfondimenti, ma si sia limitato a richiamare generiche e stereotipate irregolarità semplicemente trasferendo i dati della comunicazione IVA nell’atto impositivo.

(117)

Notizie su giuseppe

Dottore Commercialista, Revisore Contabile, Consulente Tecnico del Tribunale di Paola (Cs). Iscritto all’Ordine dei Commercialisti di Paola dal 2002.

TI potrebbe interessare:

CAdES-e-PAdES-sono-entrambe-valide-iltuotributarista

CAdES e PAdES sono entrambe valide

 “Secondo il diritto dell’UE e le norme, anche tecniche, di diritto interno, le firme digitali ...

Notifica a mezzo servizio postale non necessaria la raccomandata informativa

In caso di notifica diretta a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, la disciplina applicabile ...

Anche-i-terreni-“non-graffati”-annessi-all'abitazione-principale-sono-pertinenze-iltuotributarista

Anche i terreni “non graffati” annessi all’abitazione principale sono pertinenze

Il terreno annesso all’abitazione principale, che sostanzialmente rispetta i requisiti civilistici di pertinenza, deve essere ...

Lascia un commento