Home Formulari Ricorso contro iscrizione a ruolo per mancato riconoscimento della detrazione di oneri...

Ricorso contro iscrizione a ruolo per mancato riconoscimento della detrazione di oneri deducibili

733
0

Alla Commissione Tributaria Provinciale

di […..]

OGGETTO: Imposte sui redditi. Ricorso contro iscrizione a ruolo.

RICORSO

  Il/La sottoscritt[…..][…..], nat[…..] a […..], il […..], residente in […..] via […..], c.a.p. […..], codice fiscale […..]

contro

l’Ufficio di […..]

per l’impugnativa

dell’avviso di iscrizione a ruolo n. […..] notificato in data […..] con il quale l’Ufficio ha rettificato il reddito imponibile per l’anno […..];

RILEVATO

che tale rettifica, relativamente all’anno […..], si riferisce al recupero della somma di euro […..], indebitamente annotata dal sottoscritto fra gli oneri deducibili di cui all’art. 10 del D.P.R. n. 917/1986;

RICORRE

per i seguenti motivi:

per quanto riguarda il principio della tassatività degli oneri deducibili, va ricordato che un onere è indeducibile quando è estraneo alla previsione legislativa dell’art. 10;

in tali ipotesi vi è un insanabile difetto di identità tra l’onere sostenuto (ancorché esattamente dichiarato e documentato) e quelli previsti tassativamente dalla disposizione normativa;

con l’inserimento nell’art. 10, primo comma, del D.P.R. n. 917/1986, della previsione che la documentazione degli oneri deducibili deve essere “allegata alla dichiarazione dei redditi” sembrava esplicitamente esclusa la possibilità per il contribuente di produrre la documentazione in sede contenziosa; in tal modo sembrava superato il contrario avviso manifestato dalla giurisprudenza della Commissione Centrale e della Corte di Cassazione, fondato sulla considerazione che la norma dell’art. 3 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 ha effetto solo nella fase della liquidazione ex art. 36bis dello stesso D.P.R. n. 600/1973, essendo la stessa collocata tra le norme relative all’accertamento e non tra quelle sostanziali;

la previsione normativa che subordina la deducibilità degli oneri alla preventiva allegazione alla dichiarazione dei redditi della relativa documentazione probatoria può ritenersi in parte superata dall’art. 10ter del D.L. 2 marzo 1989, n. 69, convertito, con modificazioni, nella legge 27 aprile 1989, n. 154;

detto articolo infatti ha aggiunto un comma sia nell’art. 36bis sia nell’art. 36ter del D.P.R. n. 600/1973, nel quale, tra l’altro, si stabilisce che in sede di liquidazione delle imposte dovute in base alle dichiarazioni il contribuente è invitato ad esibire ricevute di versamento e documenti la cui esistenza sia stata indicata nella dichiarazione ma ad essa non allegati;

l’altro presupposto che legittima la deduzione degli oneri dal reddito complessivo si realizza solo allorché gli oneri non siano stati dedotti nella determinazione dei singoli redditi;

a tal proposito, nella relazione ministeriale al D.P.R. n. 597/1973, è stato affermato che la deducibilità dal reddito complessivo IRPEF è consentita solo per gli oneri diversi da quelli riferibili alla produzione dei singoli redditi e già ammessi in detrazione analiticamente o forfetariamente, a seconda della natura dei redditi stessi;

la deducibilità degli oneri, è inoltre subordinata alla condizione che gli stessi siano rimasti effettivamente a carico del contribuente che li ha sostenuti, influenzando negativamente la situazione economica dell’anno in cui viene chiesta la deduzione dal reddito complessivo;

gli errori commessi in sede di compilazione della dichiarazione dei redditi (specialmente se formali e insufficienti ai fini della determinazione dell’imponibile complessivo) sono suscettibili di rettifica anche in sede contenziosa;

nella specie, il diritto di sottrarre dai redditi […..], ai fini dell’imposizione, la somma corrispondente a […..] è previsto dalle norme vigenti in materia, ed in particolare […..];

non essendovi nel quadro […..] del mod. UNICO per la dichiarazione dei redditi delle persone fisiche uno spazio idoneo all’enunciazione dei motivi della deduzione dal reddito richiesta, il sottoscritto ha ritenuto di poter computare la somma corrispondente fra gli oneri deducibili di cui all’art. 10 del D.P.R. n. 597/1973;

ciò rappresenta indubbiamente una irregolarità, poiché l’elencazione degli oneri deducibili, contenuta nel surrichiamato art. 10 è tassativa e non comprende espressamente l’ipotesi di cui si discute;

tuttavia va rilevato che si tratta di una irregolarità meramente formale, dato che, nella sostanza, le conseguenze di una diversa collocazione della somma deducibile nel mod. UNICO non consisterebbero in apprezzabili variazioni nel calcolo dell’imposta dovuta;

manca, fra l’altro, all’Amministrazione finanziaria l’interesse, di cui all’art. 100 del Codice di procedura civile, per sostenere la sua tesi rigorista in sede contenziosa.

Tale orientamento è espresso anche dalla Commissione Tributaria Centrale (decisione n. 64 del 7 gennaio 1988 Sez. VIII; decisione n. 4880 del 23 settembre 1992, Sez. XVIII).

Per questi motivi e con riserva di produrre memorie e documenti il sottoscritto

CHIEDE

che codesta Commissione voglia riconoscere la deducibilità delle somme citate ed annullare l’iscrizione a ruolo.

Con vittoria di spese, competenze ed onorari.

* * *

Il presente ricorso è redatto in duplice esemplare di cui l’originale viene consegnato all’Ufficio di […..] e copia conforme alla Commissione Tributaria Provinciale di […..]

Si allega la seguente documentazione:

1) copia dell’atto impugnato;

2) copia della dichiarazione dei redditi anno […..]

  […..]

  […..]

PROCURA

Il contribuente […..] delega a rappresentarlo e a difenderlo in ogni fase e grado del presente giudizio […..] abilitato al patrocinio ai sensi di legge, conferendogli ogni e più ampio potere ivi compresa la facoltà di proporre conciliazione, di farsi sostituire e di rinunciare al ricorso, ed elegge domicilio fiscale presso lo studio di quest’ ultimo, sito in […..]

  […..]

  […..]

È autentica

  […..]

ATTESTAZIONE DI CONFORMITA’

Il difensore attesta ai sensi dell’art. 22, comma 3, D.Lgs. n. 546/1992 che il presente ricorso è conforme all’originale consegnato in data […..] a […..]

  […..]

  […..]

Ai sensi dell’art. 14 del D.P.R. 30 maggio 2002, n. 115 (Testo Unico delle “disposizioni legislative e regolamentari in materia di spese di giustizia”), si dichiara che il valore del presente procedimento è superiore a euro […..] ed inferiore a euro […..]

[…..]

Si precisa che il numero di fax cui è possibile inviare le comunicazioni di cancelleria è […..] e che l’indirizzo di posta elettronica certificata è […..]

[…..]

Ricorso contro iscrizione a ruolo per mancato riconoscimento della detrazione di oneri deducibili

Print Friendly, PDF & Email

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.