Home Tributario Ricorso inammissibile senza la sottoscrizione dell’impiegato “addetto”

Ricorso inammissibile senza la sottoscrizione dell’impiegato “addetto”

423
0
Ricorso-inammissibile-senza-la-sottoscrizione-dell’impiegato-“addetto”-iltuotributarista

In caso di notifica mediante consegna diretta all’ente impositore, il ricorso è inammissibile se manca, sulla copia depositata per la costituzione in giudizio, la sottoscrizione dell’impiegato “addetto”.

Questa è la decisione della Commissione Tributaria Regionale di Catanzaro con la sentenza 454/03/16, nella cui motivazione ha specificato, che nel processo tributario, la notificazione del ricorso introduttivo all’ufficio fiscale od all’ente locale – che, in forza dell’art. 16, comma 3, del D.lgs. n. 546 del, può essere effettuata “mediante consegna all’impiegato addetto che ne rilascia ricevuta sulla copia” – va ritenuta inesistente qualora sulla copia dell’atto depositato in primo grado manchi la sottoscrizione di un qualsivoglia impiegato del comune destinatario, non essendo sufficiente, per considerare completate le modalità della notifica, la dicitura a timbro dell’ente locale, potendo tale timbro non essere stato apposto dall’impiegato “addetto”, né essendovi modo per individuare quest’ultimo (cfr. Cass. civ., Sez. V, n. 22576/2004, in tema di ricorso depositato presso la segreteria generale comunale).

Fonte: Fiscal Focus

 

Print Friendly, PDF & Email

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.