Home » Tributario » Versamenti in banca di compensi superiori al dichiarato
Versamenti-in-banca-di-compensi-superiori-al-dichiarato-iltuotributarista

Versamenti in banca di compensi superiori al dichiarato

Se in un determinato periodo le somme versate in banca dal professionista sono superiori a quelle dichiarate e quindi alle parcelle emesse, è infondata la tesi del fisco che sostiene che si tratti di somme sottratte a tassazione, se il contribuente giustifica la provenienza di tali somme.

Lo ha precisato la Ctr Sardegna con la sentenza n. 56/05/2018 pubblicata il 25/01/2018.

Motivazione

L’esame della documentazione fa ritenere plausibile quanto dichiarato dal professionista, ovvero che si trattava di somme relative a prestazioni professionali già fatturate, relative a periodi pregressi, conservate in cassaforte e versate in banca a proprio piacimento, mentre è un mero sospetto non suffragato da alcun  elemento, ritenere che la differenza tra la somma versata in banca e i compensi fatturati nel periodo considerato sia costituita da compensi professionali superiori a quelli registrati è dichiarati, percepiti in nero.

(164)

Notizie su giuseppe

Dottore Commercialista, Revisore Contabile, Consulente Tecnico del Tribunale di Paola (Cs). Iscritto all’Ordine dei Commercialisti di Paola dal 2002.

TI potrebbe interessare:

No alla costituzione telematica se il ricorso è cartaceo

Ove il ricorso è introdotto con modalità cartacee, anche la costituzione in giudizio della parte ...

Prescrizione-breve-per-la-Tassa-sui-rifiuti-iltuotributarista

Prescrizione breve per la Tassa sui rifiuti

La richiesta di pagamento della tassa sui rifiuti, in mancanza di idonei atti interruttivi, si ...

La-cartella-deve-indicare-gli-estremi-della-pretesa-iltuotributarista

La cartella deve indicare gli estremi della pretesa

È illegittima la cartella di pagamento che non riporta gli estremi della comunicazione con la ...

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.